• I rossetti magici: Lipstick Queen

    22 agosto, 2017 • Posted in Beauty, Makeup

     

    Lipstick Queen è un brand australiano la cui fondatrice, Poppy King, ossessionata dai rossetti e incapace di trovare una sfumatura che si adattasse perfettamente ai suoi colori, 20 anni fa decise di fondare un brand di soli rossetti.  Il risultato è un marchio vibrante, di alta qualità e con concetti di prodotto molto particolari e sicuramente sopra le righe.

    Personalmente sono sempre stata incuriosita dalla loro gamma, soprattutto da quei rossetti che definirei “magici”, perchè in gradi di cambaire colore a contatto con le labbra. E’ un gioco che già altre aziende avevano fatto in passato, ma loro sono secondo me riusciti  a dargli una veste davvero ficherimma, con un packaging di metallo satinato SPAZIALE (anche il cartoncino esterno è stupendo) e delle formule idratanti e non troppo impegnative.

    Io ne ho provati 3 di rossetti Lipstick Queen, grazie ad un set in mini taglia venduto da Sephora. Due sono magici e uno invece è un rossetto standard che mi emoziona un sacco come concetto. Sotto trovate qualche dettaglio in più:)

    ♥LIPSTICK QUEEN FROG PRINCE♥

    Il rossetto nello stick è verde smeraldo, ma a contatto con il calore delle labbra e con il PH specifico si trasforma in un bel rosa carico, semi-trasparente, lucido ma non a specchio.  Adattandosi al PH , il risultato è unico per ogni persona. E’ arricchito con  vitamina E e burro di Karitè che ammorbidiscono e idratano le labbra.  Un vero e proprio bacio magico

    ♥LIPSTICK QUEEN HELLO SAILOR♥

    Lo stick di Hello Sailor  è blu, ma quando lo si applica sulle labbra diventa un bel rosa malva, abbastanza freddo che fa sembrare i denti più bianchi. Il finish è lo stesso di Frog Prince e anche lui è arricchito  con vitamina E. Mi piace molto, ma preferisco il rosa più caldo di Frog Prince.

    ♥LIPSTICK QUEEN MEDIEVAL♥

    Medieval non è un rossetto magico, ma il concetto è interessante, o meglio è costruito bene.

    Nel medioevo le donne aristocratiche non erano particolarmente truccate – dipingersi il volto era appannaggio di talune femmine peccatrici – , preferivano piuttosto un incarnato perfetto, bianco e virginale, con la fronte ampia e rasata. E’ indubbio però che un minimo di colore sulle guance e sulle labbra rendessero più sano l’incarnato.

    Ogni tanto quindi “baravano”, utilizzando il minio (un minerale utilizzato come pigmento pittorico) o lo Zafferano, soprattutto sulle gote, qualche volta sulle labbra. Un altro buon vecchio metodo era sfregare le labbra o mordersele, perché il movimento stimola la circolazione sanguigna e di conseguenza il colore delle labbra si intensifica.

    Medieval si ispira proprio a queste consuetudini, essendo un rosso discreto, semi-trasparente, che sta bene a tutte e che conferisce quel tocco di colore alle labbra senza eccedere in coprenza o pigmento. E’ promosso, soprattutto per chi cerca un colore che non impegni troppo e non secchi le labbra. Io lo trovo fantastico quando ho poca voglia di truccarmi: crema colorata, un filo di correttore e di mascara e Medieval sulle labbra. Non resiste ovviamente agli ardenti baci di Romualdo :p

    E voi avete mai ordinato nulla di Lipstick Queen? A me ispirano molto i Matte Velvet Rope, anche se sono appena usciti i Matte Trance di Pat Mc Grath (forse la Make up Artist più famosa oggi) che sembrano pazzeschi….(e sold out ovunque!).

     

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *